Voci parrocchiali – I commenti della settimana

18 Maggio 2018 

 Commento a: LITURGIA 20 MAGGIO – PENTECOSTE
maria rosa tabellini partini

A commento della festa liturgica della Pentecoste, la scelta canonica dovrebbe cadere su “La Pentecoste” di Alesandro Manzoni: un “Inno sacro” dal grande respiro religioso, che porta però sulle spalle il fardello del ricordo di studi liceali non sempre invitanti. Scelgo invece questa breve poesia di Mario Novaro, un autore non ufficiale, poco noto anche ai suoi tempi, che traccia un paesaggio essenziale, metafisico, nel nome sacro della Pentecoste.

Pentecoste

Pentecoste
campane del pomeriggio
lucido verde al sole
turchino di mare con sparse vele
nuvole chiare
delle selve d’ulivi respiro mite
e le campane
con tocchi chiari blandi
oh come tutto sarebbe felice
se potesse vanire
nel blando suono
delle campane.

(Mario Novaro, da “Murmuri ed echi”, 1912, nuova ed. 1919)

Mario Novaro (Diano Marina, Imperia, 1868 – Oneglia, Imperia 1944) è stato uno dei poeti che si sono ispirati all’aspro paesaggio ligure, derivandone un linguaggio scabro, essenziale, come di pietra corrosa dal mare: è lo stesso paesaggio di cui si farà interprete Eugenio Montale.

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...