CARITAS DELLA PARROCCHIA DI SAN MINIATO – SABATO 6 APRILE – SIMPLY V.LE TOSELLI

Come già accennato prima della raccolta in cui abbiamo aiutato la Caritas Diocesana a raccogliere ql. 47 di derrate, il giorno 6 Aprile pensiamo alla nostra Caritas Parrocchiale, cercando di immagazzinare i viveri che ci consentano di proseguire nella distribuzione che ogni Mercoledì pomeriggio e giovedì mattina, la Caritas San Miniato riesce a fare a favore di n. 24 famiglie bisognose.

La presenza non deve essere un impegno pesante, chiediamo almeno due ore o comunque quanto ognuno può disporre di tempo in un approccio che dobbiamo sempre trasformare in un occasione di scambio e contatto sempre positivo, per tanti che ci vengono incontro e ci ringraziano per  l’attività.

La nostra guida, sono le parole di San Paolo ai Corinzi (13,4-13):
…la Carità é magnanima, benevola e la Carità non é invidiosa, non si vanta, non si gonfia d’orgoglio, non manca di rispetto, non cerca il proprio interesse, non si adira, non tiene conto del male rivcevuto, non gode dell’ingiustizia ma si rallegra della verità…”
In particollare:“tutto scusa, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta”.

Chi può, per una migliore organizzazione ci fornisce gli orari di sostegno, grazie. (R.V)

Progetto Caritas – Ambulatorio medico gratuito

E’ disponibile, grazie ad un progetto della Caritas per la povertà estrema, un ambulatorio medico specialistico gratuito per persone che hanno problemi economici.
Per prendere appuntamento é necessario telefonare al dott. Renato Scarnici, responsabile del progetto, tel. 338 8844930.
E’ un’opportunità che possiamo diffondere a chi sappiamo averne necessità.

 

13° Festival della canzone religiosa – Vico Alto – Venerdì 29 e Sabato 30 ore 21,00

Venerdì 29 e Sabato 30 Marzo, alle ore 21, presso la Parrocchia di Vico Alto ci sarà il 13° festival della canzone religiosa. Evento di beneficienza.
Programma:

Venerdì 29 Marzo:  i Cori delle Parrocchie di Ponte a Bozzone – Belvedere – San Miniato – Acqua Calda – Vico Alto – Poggibonsi – Marciano – Montagnola – Osservanza.

Sabato 30 Marzo: i Cori dell’Osservanza – Montagnola – Marciano – Poggibonsi – Vico Alto – Acqua Calda – San Miniato – Belvedere – Ponte a Bozzone.

Canta e cammina – Evento di beneficienza, con il contributo dell’Istituo Ottico Senese..

Siamo tutti invitati ad ascoltare il bel canto.

La Liturgia di Domenica 31 Marzo 2019

Parrocchia in San Miniato alle Scotte – Siena
Chiesa del Corpus Domini

La Liturgia di Domenica 31 Marzo 2019

IV DOMENICA DI QUARESIMA – LAETARE (ANNO C)

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Viola o Rosaceo

Commento
“O Padre, che per mezzo del tuo Figlio operi mirabilmente la nostra redenzione”: è con questa preghiera che apriamo la liturgia di questa domenica. Il Vangelo ci annuncia una misericordia che è già avvenuta e ci invita a riceverla in fretta: “Vi supplichiamo in nome di Cristo: lasciatevi riconciliare con Dio”, dice san Paolo (2Cor 5,20).
Il padre non impedisce al suo secondogenito di allontanarsi da lui. Egli rispetta la sua libertà, che il figlio impiegherà per vivere una vita grigia e degradata. Ma mai si stanca di aspettare, fino al momento in cui potrà riabbracciarlo di nuovo, a casa.
Di fronte all’amore del padre, il peccato del figlio risalta maggiormente. La sofferenza e le privazioni sopportate dal figlio minore sono la conseguenza del suo desiderio di indipendenza e di autonomia, e di abbandono del padre. La nostalgia di una comunione perduta risveglia in lui un altro desiderio: riprendere il cammino del focolare familiare.
Questo desiderio del cuore, suscitato dalla grazia, è l’inizio della conversione che noi chiediamo di continuo a Dio. Siamo sempre sicuri dell’accoglienza del padre.
La figura del fratello maggiore ci ricorda che non ci comportiamo veramente da figli e figlie se non proviamo gli stessi sentimenti del padre. Il perdono passa per il riconoscimento del bisogno di essere costantemente accolti dal Padre. Solo così la Pasqua diventa per il cristiano una festa del perdono ricevuto e di vera fratellanza.
Continua a leggere “La Liturgia di Domenica 31 Marzo 2019”

Nella rinnovata chiesa facciamo sentire la voce della Parrocchia

  • “Siamo stati sfollati e migranti per dieci anni e chi, come me è qui da quando il quartiere è nato, ancora da prima.
  • Una grande e fervente comunità dispersa.
  • Eppure nonostante le difficoltà Don Sergio non si è mai arreso e ha trasmesso fiducia e serenità.
  • Le attività della Parrocchia sono proseguite.
  • Sembrava davvero che il miracolo non avvenisse e invece abbiamo potuto festeggiare la Nascita di Gesù nella nostra Chiesa ” di Antonella Franci Cortese

Riprendiamo volentieri le parole di alcuni parrocchiani, per estendere l’entusiasmo e la gioia alla comunità, rinvigorendo e rafforzando le attività che caratterizzano la nostra parrocchia.
Una tra queste é il coro, che sotto la guida attenta ed efficiente del Maestro Stefano Chini, ha necessità di aggiungere persone disponibili ad un minimo sacrificio, per la gioia del buon canto con la comunità stessa.



La Liturgia Domenica 24 Marzo 2019

Parrocchia in San Miniato alle Scotte – Siena
Chiesa del Corpus Domini

La Liturgia di Domenica 24 Marzo 2019

III DOMENICA DI QUARESIMA (ANNO C)

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Viola

Commento
L’uomo non è stato creato per rovinarsi la vita. Non si può neanche immaginare che, fornito di ragione, egli lo desideri. E tuttavia tutto sembra svolgersi in modo che ciò avvenga, a tale punto che si arriva a dubitare dei propri desideri di pienezza e perfino a negare la loro possibilità. Un fatto nuovo è accaduto nella storia, che “molti profeti e re hanno voluto vedere e non hanno visto, e udire e non hanno udito”. Una Presenza inevitabile, provocatoria, di un’autorità fino ad allora sconosciuta, che ha il potere di risvegliare nel cuore dell’uomo i suoi desideri più veri; un Uomo che si riconosce facilmente come la Via, la Verità e la Vita per raggiungere la propria completezza. Il momento è quindi decisivo, grave. Quest’uomo chiama tutti quelli che sono con lui a definire la propria vita davanti a lui. Ma c’è un’ultima e misteriosa resistenza dell’uomo proprio davanti a colui di cui ha più bisogno.
Bisogna quindi ingaggiare una battaglia definitiva perché l’uomo ritrovi il gusto della libertà. E Cristo lotterà fino alla morte, per dare “una dolce speranza e per concedere dopo i peccati la possibilità di pentirsi” (cf. Sap 12,19).
Ma non tentiamo di ingannarci. Ci troviamo nelle ultime ore decisive. Cristo può, in un ultimo momento di pazienza, prolungare il termine, come fa per il fico della parabola, ma non lo prolungherà in eterno!
Continua a leggere “La Liturgia Domenica 24 Marzo 2019”

L’attività della Caritas nella Parrocchia di San Miniato alle Scotte

L’attività della Caritas nella Parrocchia di San Miniato alle Scotte si é arricchita nelle attività di Studio doposcuola, grazie all’impegno costante dei Borgogni, Flavio con Luisa ed Anna Pulitini. Chiunque abbia necessità di aiutare i propri figli nel doposcuola può pertanto avvalersi di professionisti.
Prosegue la raccolta degli indumenti usati, che ogni Lunedì e Venerdì pomeriggio trova l’impegno costante di Lidia, Marisa, Anna, Flavio, Marisa C., Laura ed altri e consente il Mercoledì pomeriggio a partire dalle ore 15,30, di consegnare abiti in buono stato per grandi e piccini.
E’ di nuovo in funzione il servizio di pulizia della Chiesa, coordinato da Vincenzo Millucci, che ogni secondo sabato del mese organizza un intervento di ripassatura generale della “nuova” chiesa, chiunque può dare una mano, molto bene accetta.
Le attuali 24 famiglie con difficoltà, segnalate dai Servizi Sociali del Comune di Siena, dalla Caritas Diocesana o riscontrate nella Parrocchia, sono aiutate ogni Mercoledì pomeriggio, con la fornitura di viveri provenienti da varie raccolte alimentari.

Continua a leggere “L’attività della Caritas nella Parrocchia di San Miniato alle Scotte”

Raccolta alimentare con Caritas Diocesana – 16 Marzo 2019

Ringrazio la nostra comunità ed i volontari delle varie Caritas Parrocchiali di Siena e Provincia che hanno prestato un pò del loro tempo, per favorire la raccolta alimentare che ci ha visti impegnati il giorno 16 Marzo presso la Coop delle Grondaie.
L’impegno in questo Supermercato, per la collocazione e varietà di accessi, é sempre notevole anche per l’abbondante affluenza di clienti.
Don Sergio ci ricorda spesso e lui lo pratica ogni giorno in prima persona, le parole di San Paolo apostolo ai Corinzi (13, 4-13) “Fratelli la carità é magnanima, benevola é la carità; non é invidiosa, non si vanta, non si gonfia d’orgoglio, non manca di rispetto, non cerca il proprio interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode dell’ingiustizia ma si rallegra della verità.
Tutto scusa, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta”.

In particolare quando rileggo queste ultime parole il mio pensiero và con ammirazione a tutti coloro che in tempi e modi diversi, fanno propria questa attività della Parrocchia, ed ancor più a tutte le volontarie e volontari che distribuiscono i volantini e le buste per raccogliere i viveri.
Vanno incontro a persone che spesso non conoscono, con la convinzione di poter dare una mano a chi é in difficoltà, la speranza di trovare sostegno ma pronte con proprie parole a comprendere e capire un diniego e le difficoltà altrui.
Invito chi non ha mai potuto partecipare, a trovare due ore per capire quale arricchimento, nonostante tutto possiamo ricavare da questo contatto diretto con la realtà che ci circonda.
Ringrazio un giovane che é venuto da Chiusi, Ettore dei Cappuccini che ha portato quattro adolescenti che nel pomeriggio hanno animato la raccolta, le ragazze della Cappella dell’Università di Siena, Francesco di Monticiano, la Caritas di Uopini, dell’Alberino ed i Soci Coop che hanno collaborato in tutte le ore della giornata.

Ancora San Paolo: …”Ora dunque rimangono queste tre cose: la fede, la speranza e la carità. Ma la più grande di tutte é la carità!

L’intero raccolto ( qli. 47, nonostante la scarsa affluenza della mattina) é stato depositato presso la Caritas di San Miniato ed é quindi a disposizione della caritas Diocesana.

 

La Liturgia di Domenica 17 Marzo

Parrocchia in San Miniato alle Scotte – Siena
Chiesa del Corpus Domini

La Liturgia di Domenica 17 Marzo 2019

II DOMENICA DI QUARESIMA (ANNO C)

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Viola

Commento
Nella Trasfigurazione, Gesù è indicato come la vera speranza dell’uomo e come l’apogeo dell’Antico Testamento. Luca parla dell’“esodo” di Gesù, che contiene allo stesso tempo morte e risurrezione.
I tre apostoli, vinti dal sonno, che rappresenta l’incapacità dell’uomo di penetrare nel Mistero, sono risvegliati da Gesù, cioè dalla grazia, e vedono la sua gloria. La nube, simbolo dell’immensità di Dio e della sua presenza, li copre tutti. I tre apostoli ascoltano le parole del Padre che definiscono il Figlio come l’eletto: “Questi è il Figlio mio, l’eletto, ascoltatelo”. Non c’è altro commento. Essi reagiscono con timore e stupore. Vorrebbero attaccarsi a questo momento, evitare l’attimo seguente della discesa dalla montagna e il suo fardello di abitudine, di oscurità, di passione.
La Gloria, Mosè ed Elia, scompaiono. Non rimane “che Gesù solo”, sola verità, sola vita e sola via di salvezza nella trama quotidiana della storia umana. Questa visione non li solleverà dal peso della vita di tutti i giorni, spesso spogliata dello splendore del Tabor, e neanche li dispenserà dall’atto di fede al momento della prova, quando i vestiti bianchi e il viso trasfigurato di Gesù saranno strappati e umiliati. Ma il ricordo di questa visione li aiuterà a capire, come spiega il Prefazio della Messa di oggi, “che attraverso la passione possiamo giungere al trionfo della risurrezione”.
Continua a leggere “La Liturgia di Domenica 17 Marzo”

La Liturgia di Domenica 10 Marzo 2019

Parrocchia in San Miniato alle Scotte – Siena
Chiesa del Corpus Domini

La Liturgia di Domenica 10 marzo

I DOMENICA DI QUARESIMA (ANNO C)

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Viola

Commento
La Quaresima si apre con il racconto delle tentazioni di Gesù. Poste alla soglia del suo ministero pubblico, esse sono in qualche modo l’anticipazione delle numerose contraddizioni che Gesù dovrà subire nel suo itinerario, fino all’ultima violenza della morte. In esse è rivelata l’autenticità dell’umanità di Cristo, che, in completa solidarietà con l’uomo, subisce tutte le tentazioni tramite le quali il Nemico cerca di distoglierlo dalla sua completa sottomissione al Padre. “Cristo tentato dal demonio! Ma in Cristo sei tu che sei tentato” (sant’Agostino).
In esse viene anticipata la vittoria finale di Cristo nella risurrezione. Cristo inaugura un cammino – che è l’itinerario di ogni essere umano – dove nessuno potrà impedire che il disegno di Dio si manifesti per tutti gli uomini: la sua volontà di riscattarlo, cioè di recuperare per l’uomo la sovranità della sua vita in un libero riconoscimento della sua dipendenza da Dio.
È nell’obbedienza a Dio che risiede la libertà dell’uomo. L’abbandono nelle mani del Padre – “Io vivo per il Padre” – è la fonte dell’unica e vera libertà, che consiste nel rifiutare di venire trattati in modo diverso da quello che siamo. Il potere di Dio la rende possibile.

Continua a leggere “La Liturgia di Domenica 10 Marzo 2019”

21 Marzo con Libera

Libera
Lettera95 | Febbraio 2019
Ogni anno dal 1996, Libera celebra il 21 marzo, primo giorno di primavera, la Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Nasce dal dolore di una mamma che ha perso il figlio nella strage di Capaci e non sente pronunciare da nessuno il suo nome. Un dolore che diventa insopportabile se alla vittima viene negato anche il diritto di essere ricordata con il proprio nome.

Quest’ anno sarà Padova la “piazza” principale, ma simultaneamente, in migliaia di luoghi d’Italia, dell’Europa e dell’America Latina, dove la Giornata della Memoria e dell’Impegno verrà vissuta attraverso la lettura dei nomi delle vittime e, di seguito, con momenti di riflessione e approfondimento.

Partecipa, scegli o organizza anche tu un luogo di memoria. Insieme, il 21 marzo per una comunità solidale e corresponsabile, che faccia del “noi” non solo una parola, ma un crocevia di bisogni, desideri e speranze.

Mercoledì 6 Marzo – Le Ceneri

LE CENERI

Con il Mercoledì delle Ceneri inizia la Quaresima, il periodo che precede la Pasqua, ed è giorno di digiuno e astinenza dalle carni, astensione che la Chiesa richiede per tutti i venerdì dell’anno ma che negli ultimi decenni è stato ridotta ai soli venerdì di Quaresima. L’altro giorno di digiuno e astinenza è previsto il Venerdì Santo.

mercoledi-delle-ceneri_003Memento homo, quia pulvis es et in pulverem reverteris», ovvero: «Ricordati uomo, che polvere sei e polvere ritornerai». Queste parole compaiono in Genesi 3,19 allorché Dio, dopo il peccato originale, cacciando Adamo dal giardino dell’Eden lo condanna alla fatica del lavoro e alla morte: «Con il sudore della fronte mangerai il pane; finché tornerai alla terra, perché da essa sei stato tratto: polvere tu sei e in polvere tornerai!». Questa frase veniva recitata il giorno delle Ceneri quando il sacerdote imponeva le ceneri – ottenute bruciando i rami d’ulivo benedetti la domenica delle Palme dell’anno precedente – ai fedeli. Dopo la riforma liturgica, seguita al Concilio Vaticano II, la frase è stata mutata con la locuzione: «Convertitevi e credete al Vangelo» (Mc 1,15) che esprime, oltre a quello penitenziale, l’aspetto positivo della Quaresima che è tempo di conversione, preghiera assidua e ritorno a Dio. Continua a leggere “Mercoledì 6 Marzo – Le Ceneri”