L’ESPERIENZA IN AFRICA DEL DOTT. GIANLUCA MARTONE – COME NASCE “…A RIVEDER LE STELLE…”

 

07 febbraio 2020

OCULISTI CHE MISSIONE – Dr. MARTONE

Il Dr. Gianluca Martone, specialista in oftalmologia, dirigente medico dell’ospedale Misericordia di Grosseto ci racconta la sua esperienza in missione per la rubrica Oculisti che Missione!

Come è nata la sua esperienza in Africa?

In realtà “la mia esperienza” è nata casualmente durante un intervento chirurgico che stavo effettuando in anestesia locale a un sacerdote, Don Sergio, con il quale ho un rapporto carissimo e che mi ha visto crescere sin da piccolo. Proprio durante l’intervento condividevo le mie esperienze e missioni che avevo effettuato in Africa e raccontavo come queste fossero molto gratificanti e stimolanti sia dal punto di vista professionale che umano. Ma soprattutto mi e gli domandavo se queste “goccioline nell’oceano” fossero veramente utili considerando la durata limitata delle missioni. E soprattutto gli confidavo a malincuore come spesso l’arrivederci che diciamo sempre a fine missione sia in qualche modo una delusione e un fallimento della missione stessa, in quanto tutti consapevoli che fino alla successiva non ci sarà nessuno che si prenderà cura di loro. Ricordo allora che lo stesso Don Sergio, forse al controllo postoperatorio, mi disse di aver probabilmente trovato la possibilità di creare un progetto diverso e più duraturo, soprattutto con lo scopo di fare tutoraggio e formazione al personale locale. In poco tempo nasce una Onlus denominata “…a riveder le stelle – Onlus per l’Africa”, con il suo statuto e soprattutto con un gruppo di volontari che vorrei ringraziare per il supporto e l’aiuto che quotidianamente riescono a dare. Nel 2016, ci rechiamo un weekend a Bamako, un vero e proprio blitz, insieme al mio collaboratore ortottista Francesco Gronchi e Don Sergio stesso per verificare “la fattibilità” del progetto. È nato così il progetto Oculistico a Bamako. Continua a leggere “L’ESPERIENZA IN AFRICA DEL DOTT. GIANLUCA MARTONE – COME NASCE “…A RIVEDER LE STELLE…””

LA LITURGIA DI DOMENICA 19 GENNAIO

Parrocchia di San Miniato alle Scotte
Chiesa del Corpus Domini


La Liturgia di Domenica 19 Gennaio 2020
II DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)


Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Verde
AO020 ;

Il Dio che viene ad incontrarci nella Bibbia non regna, indifferente alla sofferenza umana, in una lontananza beata. E’ un Dio che, al contrario, si prende a cuore tutta questa sofferenza. Lui la conosce (Es 3,7). La notizia di Dio che si fa uomo in Gesù non ci lascia di sasso: Dio viene nel cuore della nostra vita, si lascia toccare dalla nostra sofferenza umana, si pone con noi le nostre domande, si compenetra della nostra disperazione: “Mio Dio, perché mi hai abbandonato?” (Mc 15,34). Giovanni Battista dice di Gesù: “Ecco l’Agnello di Dio, che toglie il peccato del mondo”. Ecco questo Dio che si lascia ferire dalla cattiveria dell’uomo, che si lascia commuovere dalla sofferenza di questa terra.
Egli ha voluto avvicinarsi il più possibile a noi, è nel seno della nostra vita, con i suoi dolori e le sue contraddizioni, le sue falle e i suoi abissi.
È in questo che la nostra fede cristiana si distingue da qualsiasi altra religione. Gesù sulla croce – Dio nel mezzo della sofferenza umana: questa notizia è per noi un’incredibile consolazione. È vicino al mio dolore, egli mi capisce, sa come mi sento. Questa notizia implica allo stesso tempo un’esistenza scomoda: impegnati per coloro che, nel nostro mondo, stanno affondando, che naufragano nell’anonimato, che sono torturati, che vengono assassinati, che muoiono di fame o deperiscono… Sono tutti tuoi fratelli e tue sorelle!
Continua a leggere “LA LITURGIA DI DOMENICA 19 GENNAIO”

Commento su I volontari di Bamako tornano in Italia 26 gen 2019

Mariarosa Tabellini

Caro Don Sergio,
le vostre foto dall’Africa, la fatica, i sorrisi, sono un soffio di aria pura che ci viene da lontano, a illuminare la cupezza inquinata dei nostri giorni vicini.
Mentre voi eravate laggiù, a organizzare, a collaborare, a operare con fatica ma certo con soddisfazione, noi qui abbiamo assistito sgomenti, oltre alle ormai troppo consuete tragedie del mare, a scenari di bambini tolti alle loro scuole, strappati a maestre e compagni che lamentano di non aver avuto modo nemmeno di salutarli. Deportati. Come siamo arrivati a tanto? Imbevuti di paure, ipocrisie, falsità. Lasciare che le persone scompaiano risucchiate nel cimitero del mare è forse togliere incentivo all’ingordigia degli scafisti? Impedire che dei bambini frequentino le scuole – le nostre scuole – è forse un rimedio contro la criminalità? Bruciare le povere cose di chi è costretto a una vita per strada, e lo fa con pudore e probabilmente con vergogna, è un atto di cui vantarsi? Ci dicono che è colpa della “crisi” che ha portato povertà. Ma che vuol dire? I “poveracci” non covano rabbia. Vedo piuttosto montare la rabbia e l’egoismo negli insoddisfatti, la competizione per i consumi spesso artatamente costruita, l’intolleranza non solo verso i “diversi”, ma verso tutto ciò che non rientra nel nostro limitatissimo perimetro. Continua a leggere “Commento su I volontari di Bamako tornano in Italia 26 gen 2019”

I volontari di Bamako tornano in Italia

Ultimo giorno di operazioni, prima dei preparativi al rientro.

Questa mattina, lo staf medico ed il presidente dell’Associazione  “…a riveder le stelle…-Olus per l’Africa” dopo una lunghissima giornata di lavoro, i saluti ed i ringraziamenti ai medici ed infermieri “dell’Hòpital Mali Gavardod, Bamako – Koulikoro”, ove dal nulla hanno creato un ambulatorio oculistico ed addestrato personale locale, tornano in Italia.
Il giorno 18 Gennaio, mentre li accompagnavamo all’aereoporto di Fiumicino, noi autisti, “operai di supporto, rispettosi ed onorati”, abbiamo vissuto la loro gioia, i loro racconti le precedenti esperienze, anche drammatiche per le particolari condizioni ambientali, raccontate con la semplicità di un bambino felice.
Pur sapendo di essere solo una goccia nel mare dell’Africa, la convinzione che ne vale sempre la pena e nonostante la stanchezza, il loro personale arricchimento di qualcosa non quantificabile ed acquisito in profondità, sarà di sprone per noi tutti, che più o meno consapevoli e grazie alle esperienze di Ivo, sua moglie ed alla perenne “missione” di Don Sergio, abbiamo dato supporto alla Onlus.
Un ringraziamento particolare a Don Jean Joseph Fane, che a Bamako ha organizzato il trasporto delle apparecchiature all’Ospedale ed il soggiorno dei volontari. “UN ABBRACCIO CON ARRIVEDERCI PRESTO” Continua a leggere “I volontari di Bamako tornano in Italia”

In Africa con “… a riveder le stelle…”

Dopo due anni di preparazione, impegno dei parrocchiani e di tutti gli amici di Don Sergio, é con grande emozione e partecipazione che ieri sera abbiamo ricevuto le foto della prima operazione di cataratta a Bamako. I nostri erano tutti in sala operatoria ad assistere Gianluca e Patrizia nel loro preziosissimo intervento, con l’aiuto pronto delle due infermiere Maria e Chimena, la tuttofare Federica e tramite Don Sergio la presenza straordinaria di “una sorgente inesauribile di doni”.

2019 tutto ,il gruppo
Il fantastico gruppo dei volontari “Chimena, Federica, Maria, Gianluca, Don Sergio, Patrizia.

Continua a leggere “In Africa con “… a riveder le stelle…””

Don Sergio in Africa dal 18 al 26 Gennaio a Bamako

Il 18 Gennaio, dopo avere inviato, con due spedizioni aeree, tutte le apparecchiature medicali, don Sergio, Gianluca Martone sua moglie Patrizia, le due infermiere Maria e Chimena e la nostra Federica Olla, partono da Fiumicino per Bamako, in Mali.

La partenza é prevista alle ore 11,45 e dopo una sosta a Tunisi, l’arrivo dei nostri, delle 12 valigie e bagagli vari é prevista alle ore 23,45 dello stesso venerdì

Quì, presso “l’Hòpital Mali Gavardod, Bamako – Koulikoro”, allestiranno un nuovo ambulatorio oculistico e dopo due giorni necessari per la preparazione organizzativa, inizieranno le visite e le operazioni di cataratte.

Un augurio dei parrocchiani affinché tutto proceda al meglio e per questo gli dedichiamo una poesia pubblicata per questo da Maria Rosa Tabellini Partini.

E il cieco gli rispose: «Rabbunì, che io veda di nuovo!» (Mc 10, 51)

Continua a leggere “Don Sergio in Africa dal 18 al 26 Gennaio a Bamako”

Serata teatrale a favore di “…a riveder le stelle…” con il patrocinio del Comune di Siena

Venerdì 23 Novembre 2018 il Comitato spontaneo  “Risorsa solidale”, con il Patrocinio del Comune di Siena – Assessorato alla cultura,   organizza una serata teatrale che si terrà presso la sala delle feste in loc.tà Bagnaia di Sovicille dalle ore logo1 (2)19,45, a beneficio della Onlus “…a riveder le stelle…” – missione per l’Africa.

Gourmet con delitto-2

Ulteriori notizie, in articoli precedenti e nel sito …a riveder le stelle – Onlus per l’Africa

http://arivederlestelle-onlus.it

Evento benefico a favore di “…a riveder le stelle…” con il patrocinio del Comune di Siena

Il prossimo 23 Novembre 2018 il Comitato spontaneo  “Risorsa solidale”, con il Patrocinio del Comune di Siena,   organizza una serata teatrale che si terrà presso la sala delle feste in loc.tà Bagnaia di Sovicille dalle ore logo1 (2)19,45, a beneficio della Onlus “…a riveder le stelle…” – missione per l’Africa. Continua a leggere “Evento benefico a favore di “…a riveder le stelle…” con il patrocinio del Comune di Siena”

UN SALUTO AI PARROCCHIANI DA JEAN JOSEF FANE- BAMAKO

Buongiorno don Sergio,

Ho ricevuto tutti i documenti. Non avevamo capito i riferenti dei contenuti.Mi aggiorno sui dati e informo il centro d’accoglienza dovè avevo già prenotato le stanze.In settimana le mandero il prezzo dei materilai mancanti.Ho scambiato con Daniele (il Console) per telefono. Lui sarà a Dakar, in Senegal, durante questa settimana. Perciò, cercherò a fare uscire i colli con l’economato diocesano nostro per non avere da pagare i prezzi della custodia in magazino all’aeroporto. Poi, inizieremo la pratica dello sdognamento entro 2 settimane.
Buona settimana di lavoro e un caro saluto ai suoi parrocchiani e a tutti gli amici.
Cordialmente et in unione di preghiera.

don Jean Joseph FANE
Paroisse Sainte Monique
B.P. : 298 BAMAKO
MALI.

Un augurio per l’inizio dell’attività nell’ambulatorio oculistico in Mali.

E’ con emozione che pubblichiamo questa meravigliosa poesia, che ben si accosta alla Liturgia della domenica ed ancor più alla sospirata e prossima realizzazione dell’ambulatorio oculistico all’Hòpital Mali Gavardod, Bamako – Koulikoro, Mali.
Mariarosa Tabellini
E il cieco gli rispose: «Rabbunì, che io veda di nuovo!» (Mc 10, 51)

Continua a leggere “Un augurio per l’inizio dell’attività nell’ambulatorio oculistico in Mali.”

RACCOLTA OCCHIALI DISMESSI PER IL MALI

Come sappiamo, alla fine del mese di Novembre Don Sergio, con due medici ed altri volontari, andrà a Same, villaggio presso Bamako in Mali, ove sarà allestito un centro oculistico ed inizieranno le operazioni di cataratte.
Grazie alla Onlus “….a riveder le stelle…”, abbiamo per questo acquistato le apparecchiature e tutte le medicazioni e materiale necessari, che saranno a breve spedite in Mali.
Lì manca tutto e pertanto chiunque abbia occhiali dismessi, che potranno essere di aiuto, potrà portarli in Parrocchia.

Pronte le apparecchiature per essere spedite a Same, villaggio di Bamako. Continua a leggere “RACCOLTA OCCHIALI DISMESSI PER IL MALI”

” a riveder le stelle…Onlus per l’Africa -IN MALI IL 17 NOVEMBRE

Grazie ai contributi ricevuti ed alle tessere consegnate (n°96 ad oggi), la Onlus  per  l'Africa  "...a riveder le stelle..." ha acquistato le apparecchiature  ed  i  materiali  necessari  alla  predisposizione dell'ambulatorio  oculistico,  nel  villaggio di Samè, parte del settore pastorale di Bajalan che si trova nella parrocchia del Sacro-Cuore della cattedrale di Bamako.

Presso alcuni ottici di Siena e la Coop di San Miniato, predisporremo dei contenitori ove ognuno potrà lasciare gli occhiali dismessi (da vista e da sole), preziosi per completare gli interventi previsti.
Tutti coloro che ne hanno disponibili possono consegnarli a Don Sergio o al personale della Caritas, presso la parrocchia.

Come spesso ci ha raccontato Don Sergio, da circa 15 anni i coniugi Lazzeretti (Miriam e Ivo), insieme ad altri suoi parrocchiani di San Miniato, hanno iniziato a realizzare strutture umanitarie nello Stato del Mali. Coinvolgendo tanti loro amici hanno fatto scavare pozzi, attrezzare orti, costruire ambulatori, farmacie, scuole.
L’attività è coordinata da Loriana Riccarelli, nativa di S.Giovanni d’Asso, sposata con il maliano Moussa Dembele; vedova di Moussa è rimasta a Bamako, capitale del Mali, con i suoi figli, ricoprendo l’incarico di Console onorario d’Italia.
Il gruppo é cresciuto e con esso le idee, su suggerimento di Gianluca e  Patrizia Martone, e di Francesco Gronchi, grazie alla Onlus costituita ed alle numerose adesioni, finalmente abbiamo raggiunto il primo obiettivo.
Il 17 Novembre i coniugi Martone accompagnati da Don Sergio, Federica Olla ed eventuali altri volontari che vorranno aggiungersi (le spese di trasferimento sono a carico dei volontari) partono per organizzare l’ambulatorio e fare i primi interventi.
Nel mese di Agosto (i giorni 20 e 21) abbiamo salutato a Siena Jean Josef che nel villaggio é parroco ed organizzerà la permanenza dei nostri, oltre a completare l’acquisto dei prodotti necessari ai medici per eseguire le cataratte e ridare la vista a grandi e bambini.

A tutti i sostenitori, i Soci ed i donatori un grazie da Don Sergio.

Un secondo intervento, in parte dipendente dalle donazioni e dal rinnovo delle tessere Onlus, sarà presumibilmente organizzato per i mesi di Febbraio-Marzo 2019.

 

Associazione “a riveder le stelle Onlus per l’Africa”

4 Maggio 2018

MALI -Samè è una parte del settore pastorale di Bajalan che si trova nella parrocchia del Sacro-Cuore della cattedrale di Bamako.  L’Associazione ha inviato, l’importo di €.3.500,00, come quota per la realizzazione di un pozzo artesiano profondo mt. 51,00.
Il parroco Jean Iosef ci invia il ringraziamento della popolazione.

Buongiorno don Sergio,
Le ringrazio per questo suo grande aiuto a nostro favore. Il pozzo è fatto e stiamo facendo il collegamento con la nuova pompa mista (solare e elletrica). il primo era a bassa potenza perché solo solare. La gioia grande è quella della comunità cristiana e degli abitanti di questa parte del gran quartiere di Samè. Si aggiungono a me per ringraziarvi di cuore.
Che Dio vi benedica e vi colma di ogni bene.
Cordialmente.
don Jean Joseph FANE
Commento di: Maria Rosa Tabellini Partini
 Un aiuto concreto e ben gradito, quello che Don Sergio ha inviato: e tuttavia evoca una serie di significati metaforici che oltrepassano il limite fisico. L’acqua è infatti un bene prezioso per tutti i viventi, e anche una realtà che assume profondo valore simbolico fin dalle culture più antiche.Ecco qui di seguito due variazioni sul tema dell’acqua, assai distanti nel tempo e nella dislocazione geografica. Per Francesco d’Assisi l’acqua è la creatura “sorella”, evocata nelle sue qualità positive, che si fa strumento di lode al Creatore; nella poesia di Borges, ambientata in una Buenos Aires del tempo perduto, l’acqua è associata all’immagine circolare del “pozzo” che racchiude in sé qualcosa di arcano e intrinsecamente poetico.

Francesco d’Assisi
[…]
Laudato si’ mi’ Signore, per sor’acqua,
la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta.
[…]
(“Laudes creaturarum”)
***
Jorge Luis Borges
IL SUD
Da un tuo cortile aver guardato le antiche stelle, dalla panchina in ombra aver guardato quelle luci disperse che non so ancora chiamare per nome né ordinare in costellazioni, aver sentito il cerchio d’acqua nel segreto pozzo, l’odore del gelsomino e della madreselva, il silenzioso uccello addormentato, la volta dell’androne, l’umido – forse son queste cose la poesia.

(da “Fervore di Buenos Aires”,1923, traduzione di Tommaso Scarano)