A causa dei lavori d’insonorizzazione all’interno della Chiesa, la celebrazione delle messe feriali avverrà nel salone parrocchiale.

Essendo in corso le opere d’insonorizzazione della Chiesa e per  tutta la settimana, (compresi anche sabato e domenica) la messa sarà celebrata nel salone dei locali parrocchiali.

La Curia, in data odierna e da parte della CEI, ha confermato l’approvazione dei lavori supplettivi ed integrativi che a partire dal prossimo mese di Settembre consentiranno di procedere al ripristino dei tetti della canonica e dei locali parrocchiali, oltre alla messa a norma degli impianti del salone.

In ques’ultimo saranno altresì ricavati i nuovi locali della Caritas.

La Liturgia di Domenica 28 Luglio 2019

La Liturgia di Domenica 28 Luglio 2019

XVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Verde

Commento
Grazie alle letture bibliche, oggi la Chiesa ci insegna quello che significa la preghiera e come bisogna pregare. Il racconto dell’intercessione di Abramo in favore delle città depravate di Sodoma e Gomorra (Gen 18,20-32: 1a lettura) dimostra che i castighi di Dio non sono la conseguenza di una predestinazione irrevocabile. L’intercessione degli uomini che conoscono l’amore di Dio è capace di risvegliare la sua misericordia.
San Luca ci riporta una serie di insegnamenti di Gesù su come bisogna pregare. Gesù invita innanzitutto a pregare, per qualsiasi richiesta, con fiducia, ed assicura ad ognuno che tutte le preghiere sincere saranno esaudite: “Chiunque chiede ottiene; chi cerca trova e sarà aperto a chi bussa”. Poi Gesù dice che un padre terreno dà solo buone cose ai suoi figli e non vuole ingannarli. Come potrebbe Dio, il migliore dei padri, mandarci qualcosa di cattivo quando noi suoi figli gli chiediamo il suo aiuto?
La parabola dell’uomo che sollecita il suo amico è basata sulla regola del rilancio: se un amico terreno non è capace di mandare via colui che è venuto per pregarlo, anche se chiede il suo aiuto nelle peggiori circostanze, a maggior ragione Dio – che è il nostro migliore amico – esaudirà le nostre preghiere! Tanto più che noi per lui non siamo mai importuni.
Tutto questo trova la sua espressione più convincente nella preghiera che il Signore insegna ai suoi discepoli. Se abbiamo fatto nostra la preoccupazione di Dio: cioè che il suo nome sia conosciuto e riconosciuto e che il suo regno venga nel mondo, egli stesso farà sue le nostre preoccupazioni. La preghiera del Signore è il riassunto di tutto il Vangelo. Ed è per questo che è il fondamento e il cuore di tutta la preghiera umana.
Continua a leggere “La Liturgia di Domenica 28 Luglio 2019”

La Liturgia di Domenica 21 Luglio 2019

Parrocchia in San Miniato alle Scotte – Siena
Chiesa del Corpus Domini

La Liturgia di Domenica 21 Luglio 2019

XVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Verde

Commento
I testi biblici che ci riportano il messaggio di questa domenica (la prima lettura e il Vangelo) ci insegnano che il Dio della Trinità ama recarsi di tanto in tanto dagli uomini, perché la sua presenza è un onore e una benedizione. Al tempo dei patriarchi, si reca da Abramo e promette un figlio a Sara che non ne ha ancora. Gesù, da parte sua, esalta due donne nubili, Maria e Marta, onorandole della sua visita e della sua parola. Il racconto di questa visita ci mostra che si deve manifestare a Gesù un vero rispetto.
Il Dio della Trinità oggi continua a recarsi presso gli uomini. Questo noi la chiamiamo visita. Spesso, ci rendiamo conto della venuta di Dio solo dopo la sua visita.
In questo giorno, il nostro Signore e Salvatore ci invita a recarci da lui. Egli è il sacerdote, l’annunciatore e l’ospite di questa festa liturgica. Gioiamo di questo onore, ascoltiamo la sua parola con attenzione e festeggiamo con lui la comunione di oggi con atteggiamento di venerazione. Ma soprattutto prendiamo a cuore quello che lui ci dice: è colui che si impregna della sua parola e vive secondo essa che gli manifesta il più grande rispetto.
Continua a leggere “La Liturgia di Domenica 21 Luglio 2019”

La liturgia di Domenica 14 Luglio 2019

Parrocchia in San Miniato alle Scotte – Siena
Chiesa del Corpus Domini

La Liturgia di Domenica 14 Luglio 2019

XV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Verde

Commento
Uomini imperfetti e turbati dal peccato, da una parte, non siamo certi di ciò che è bene e giusto e, dall’altra, ci capita spesso di non essere pronti a fare il bene. È il motivo per cui Dio ci ha dato i comandamenti: essi ci indicano ciò che è giusto e fanno sentire a ognuno ciò che deve fare. È per questo che gli Ebrei dell’antica Alleanza avevano stabilito un sistema di più di cinquecento comandamenti e divieti, che doveva permettere loro di compiere in tutto la volontà di Dio, perché non avevano più una visione chiara di che cosa fosse assolutamente essenziale agli occhi di Dio e si perdevano nei dettagli. Per i dottori della legge, discutere di gerarchie e di comandamenti era spesso ben più importante delle istituzioni destinate a compiere veramente la volontà di Dio. È ciò che dimostra l’esempio del dottore della legge che cerca di rendere Gesù ridicolo: ponendogli una domanda in apparenza sincera, egli vuole provare che è un teologo dilettante. Ma Gesù non sta al gioco. Costringe il dottore della legge a dare da sé la risposta giusta e gli mostra allora qual è il prossimo che ciascuno deve amare come se stesso: è quello che si trova in miseria ed è bisognoso del nostro aiuto. Si risparmia così ogni discussione saccente attorno al problema di sapere se qualcuno che non è ebreo, oppure è un ebreo peccatore, ha il diritto di aspettarsi il nostro aiuto.
Egli va anche più lontano, mostrando che un Samaritano da disprezzare (agli occhi dei dottori della legge) è capace di fare del bene in modo naturale seguendo la voce del suo cuore, mentre due pii Ebrei si disinteressano in modo disdicevole.
Non dimentichiamo che Gesù sottolinea ben due volte al dottore della legge: “Agisci seguendo il comandamento principale e meriterai la vita eterna!”. Continua a leggere “La liturgia di Domenica 14 Luglio 2019”

La Liturgia di Domenica 7 Luglio 2019

Parrocchia in San Miniato alle Scotte – Siena
Chiesa del Corpus Domini

La Liturgia di Domenica 7 Giugno 2019
XIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Verde

Commento
Non ci si fa da sé discepoli di Gesù. Si ricevono da lui la missione e la grazia necessaria per compierla. Si è mandati. Vi è dunque un doppio compito: ascoltare Dio per ricevere da lui la nostra missione particolare (e ciò attraverso il ministero della Chiesa, nella maggior parte dei casi) e pregare, pregare senza sosta, perché Dio mandi operai nella sua messe. Ma non bisogna mai perdere di vista il fatto che la missione è quella di Gesù; e che noi non siamo che i suoi inviati. È necessario che ci rendiamo trasparenti perché si possa riconoscere, attraverso di noi, ovunque ci troviamo, la persona di Gesù.
Di qui le molteplici raccomandazioni che sono altrettanti mezzi di conformarsi al maestro, mezzi che ci faranno acquistare una libertà sovrana rispetto alle cose materiali e permetteranno alle realtà spirituali di rendersi visibili in noi.
E per vivere ciò, bisognerà domandare senza sosta la grazia di essere discepoli: pregare sempre, pregare perché Dio abiti in noi e possa trasparire da noi, affinché altri uomini, incontrandoci, possano incontrarlo.
Continua a leggere “La Liturgia di Domenica 7 Luglio 2019”

La liturgia di domenica 30 Giugno 2019

—————————————————–

La Liturgia di Domenica 30 Giugno 2019

    XIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Verde

Antifona d’ingresso
Popoli tutti, battete le mani,
acclamate a Dio con voci di gioia. (Sal 47,2)

Continua a leggere “La liturgia di domenica 30 Giugno 2019”

Commenti alla Liturgia di Domenica 23 Giugno 2019

22 Giugno 2019

La poesia del Vangelo. Domenica 23 giugno 2019 (Luca 9, 11-17)

Il racconto di della moltiplicazione dei pani e dei pesci è una pagina di poesia: la poesia del Vangelo, la poesia delle cose. Immaginiamo la folla seduta in terra, al crepuscolo, il brusio incredulo e gli sguardi stupiti, i pani e i pesci distribuiti miracolosamente a tutti, le ceste riempite degli avanzi affinché niente vada sprecato. Aggiungervi una riga significherebbe rischiare l’ipocrisia della retorica sulla semplicità dei poveri. Meglio allora lasciare che sia la voce di un poeta e sacerdote a fare da eco, se pur alla lontana, al passo di Luca: la voce di David Maria Turoldo, che torna di nuovo a occupare questo spazio.
Questa che riporto è una poesia amara sulla terra fattasi fioca, grigia, malata, dove «ognuno torna alla sua casa / sempre più solo» nel gelo delle moderne «liturgie» (ciascuno traduca il termine come crede: vengono comunque in mente i riti asfittici imposti dalla modernità consumista). In tale appassirsi dei colori e dei sentimenti, il poeta richiama al valore dell’autenticità: «tempo è di tornare ai poveri / per ritrovare il sapore del pane», e aggiunge: «E la gente, l’umile gente / abbia ancora chi l’ascolta». Allora, riscoperta la naturalezza del rapporto con la terra e col mondo, verrà spontaneo perfino «non chiedere nulla». (Maria Rosa Tabellini) Continua a leggere “Commenti alla Liturgia di Domenica 23 Giugno 2019”

Le Liturgia di Domenica 23 Giugno 2019 – Festa del Corpus Domini

Parrocchia in San Miniato alle Scotte – Siena Chiesa del Corpus Domini

23 Giugno Domenica del Corpus Domini – Festa della parrocchia di San Miniato alle Scotte – Chiesa del Corpus Domini

23 Giugno festa del Corpus Domini e festa della nostra parrocchiaore 11,15 messa solenne (prosegue la festa per i 50 anni di Sacerdozio di Don Sergio); – ore 18,00 sono celebrati i secondi Vespri, a cui seguirà un piccolo rinfresco. Data l’importanza di questo appuntamento, sarebbe bene partecipare numerosi.

Per eventuali contatti: a) tramite mail: parrocchiaminiatoscotte@alice.it b) tramite “contatti” dell’Home Page del sito La Liturgia di Domenica 23 Giugno 2019     SANTISSIMO CORPO E SANGUE DI CRISTO (ANNO C) Grado della Celebrazione: SOLENNITA’ Colore liturgico: Bianco

Commento Onoriamo e adoriamo oggi il “Corpo del Signore”, spezzato e donato per la salvezza di tutti gli uomini, fatto cibo per sostenere la nostra “vita nello Spirito”. Gesù ha moltiplicato i pani e i pesci per nutrire la folla che lo seguiva: il cibo fisico agisce in me anche quando non ci penso, anche quando dormo si trasforma in carne, sangue, energie vitali. Il cibo spirituale è diverso: è efficace se io collaboro con Cristo, che vuole trasformare la mia vita nella sua. L’Eucaristia è la festa della fede, stimola e rafforza la fede. I nostri rapporti con Dio sono avvolti nel mistero: ci vuole un gran coraggio e una grande fede per dire: “Qui c’è il Signore!”. Se guardo a me stesso, mi trovo sempre piccolo, imperfetto, peccatore, pieno di limiti. Eppure Dio mi ama, come ama tutti gli uomini, fino a farsi nostro cibo e bevanda per comunicarci la sua vita divina, farci vivere la sua vita di amore. L’Eucaristia non è credibile se rimane un rito, il ricordo di un fatto successo duemila anni fa. È invece una “scuola di vita”, una proposta di amore che coinvolge tutta la mia vita: deve rendermi disponibile ad amare il prossimo, fino a dare la mia vita per gli altri. Secondo l’esempio che Gesù ci ha lasciato. Continua a leggere “Le Liturgia di Domenica 23 Giugno 2019 – Festa del Corpus Domini”

21 GIUGNO FESTEGGIAMO I 50 ANNI DI SACERDOZIO DI DON SERGIO – 23 GIUGNO RICORRENZA DEL CORPUS DOMINI – FESTA DELLA PARROCCHIA

21 Giugno Festeggiamo i 50 Anni di Sacerdozio di Don Sergio

Il prossimo 21 Giugno ricorre il 50° anniversario dell’ordinazione Sacerdotale di Don Sergio Volpi, attuale parroco della comunità dei fedeli in San Miniato alle Scotte con la chiesa dedicata al Corpus Domini.
I parrocchiani che intendono festeggiare con il parroco la giornata del prossimo 21 Giugno, uniti in questo a tutti coloro che hanno avuto modo di conoscere ed apprezzare Don Sergio nella sua attività pastorale, sono invitati a comunicare la loro partecipazione.
Previsione:
21 Giugno: Celebrazione della messa feriale alle ore 18,00;
21 Giugno: Partecipazione ad una cena (presso una tavola calda locale, possibilmente, in base al numero dei partecipanti);
Nell’occasione dei festeggiamenti della ricorrenza, vorremmo donare a Don Sergio un’opera d’arte per arricchire la nostra chiesa in San Miniato.

23 Giugno Domenica del Corpus Domini – Festa della parrocchia di San Miniato alle Scotte – Chiesa del Corpus Domini

23 Giugno festa del Corpus Domini e festa della nostra parrocchia
– ore 11,15 messa solenne (prosegue la festa per i 50 anni di Sacerdozio di Don Sergio);
– ore 18,00 sono celebrati i secondi Vespri, a cui seguirà un piccolo
rinfresco. Data l’importanza di questo appuntamento, sarebbe bene partecipare numerosi.

Per eventuali contatti:
a) tramite mail: parrocchiaminiatoscotte@alice.it
b) tramite “contatti” dell’Home Page del sito

La Liturgia di Domenica 9 Giugno 2019

Parrocchia in San Miniato alle Scotte – Siena
Chiesa del Corpus Domini

La Liturgia di Domenica 9 Giugno 2019

DOMENICA DI PENTECOSTE – MESSA DEL GIORNO (ANNO C)

Grado della Celebrazione: SOLENNITA’
Colore liturgico: Rosso

AVVISO “23 Giugno festa del Corpus Domini e festa della nostra parrocchia
– ore 11,15 messa solenne (prosegue la festa per i 50 anni di Sacerdozio di Don Sergio);
– ore 18,00 sono celebrati i secondi Vespri, a cui seguirà un piccolo
rinfresco. Data l’importanza di questo appuntamento, sarebbe bene partecipare numerosi.”

Commento
Lo Spirito Santo è lo Spirito di Cristo ed è la Persona divina che diffonde nel mondo la possibilità di imitare Cristo, dando Cristo al mondo e facendolo vivere in noi.
Nell’insegnamento e nell’opera di Cristo, nulla è più essenziale del perdono. Egli ha proclamato il regno futuro del Padre come regno dell’amore misericordioso. Sulla croce, col suo sacrificio perfetto, ha espiato i nostri peccati, facendo così trionfare la misericordia e l’amore mediante – e non contro – la giustizia e l’ordine. Nella sua vittoria pasquale, egli ha portato a compimento ogni cosa. Per questo il Padre si compiace di effondere, per mezzo del Figlio, lo Spirito di perdono. Nella Chiesa degli apostoli il perdono viene offerto attraverso i sacramenti del battesimo e della riconciliazione e nei gesti della vita cristiana.
Dio ha conferito al suo popolo una grande autorità stabilendo che la salvezza fosse concessa agli uomini per mezzo della Chiesa!
Ma questa autorità, per essere conforme al senso della Pentecoste, deve sempre essere esercitata con misericordia e con gioia, che sono le caratteristiche di Cristo, che ha sofferto ed è risorto, e che esulta eternamente nello Spirito Santo.
Continua a leggere “La Liturgia di Domenica 9 Giugno 2019”

RACCOLTA CARITAS SUPERMERCATO SIMPLY 1 GIUGNO

Ieri 1 Giugno, presso la Simply di Viale Toselli, abbiamo fatto la seconda raccolta alimentare dell’anno,
Come sempre ringraziamo la disponibilità del Supermercato e la collaborazione dei dipendenti.
Nonostante il primo sabato con il sole e la scarsa affluenza della mattina, la sera abbiamo recuperato e chiusa la raccolta con 11 ql. di derrate, che unitamente a ciò che ci fornisce ogni due mesi il Banco alimentare di Firenze, le derrate della UE (tramite la Croce Rossa) ed il Consorzio Latticini della Simply (Badesse) ci consentirà di fare la distribuzione settimanale fino alla prossima raccolta (presumibilmente il 5 di ottobre p.v.)
Come sempre ringraziamo il gruppo Alpini di Siena, che ha partecipato alla mattinata e tutti i volontari che a turno danno sempre un prezioso contributo alla riuscita della raccolta.
Grazie da parte di Don Sergio.

La Liturgia di Domenica 2 Giugno 2019

Parrocchia in San Miniato alle Scotte – Siena
Chiesa del Corpus Domini

La Liturgia di Domenica 2 Giugno 2019

ASCENSIONE DEL SIGNORE (ANNO C)

Grado della Celebrazione: SOLENNITA’
Colore liturgico: Bianco

Commento
La morte di Gesù ha costituito uno scandalo per i suoi discepoli, perché essi si erano plasmati un Cristo senza croce. Ma Gesù di Nazaret è il Messia; e non esiste altro Messia che il crocifisso e il glorificato. È attraverso la catechesi del Signore, risuscitato, che i discepoli capiscono che il Messia doveva soffrire e risuscitare dai morti. Era il disegno di Dio manifestato nelle Scritture. Il senso della croce e dell’accompagnamento dei discepoli sulla croce, si scontra con l’intelligenza, con il cuore e con i progetti dell’uomo.
Affinché i discepoli possano essere i testimoni autorizzati di Gesù Cristo, non solo devono comprendere la sua morte redentrice, ma anche ricevere lo Spirito Santo. Gesù si separa dai discepoli benedicendoli e affidandoli alla protezione di Dio Padre. Ascensione del Signore al cielo e invio dello Spirito Santo, per fare dei discepoli dei testimoni coraggiosi e per accompagnarli fino al ritorno di Gesù, sono strettamente collegati.
Lo Spirito Santo aumenterà la potenza della parola del predicatore e aprirà l’intelligenza degli ascoltatori. Della vita fragile del missionario egli farà una testimonianza eloquente di Gesù Cristo morto sulla croce e vivo per sempre. Nel mondo, al fianco dei discepoli, lo Spirito Santo sarà il grande Testimone di Gesù.
Continua a leggere “La Liturgia di Domenica 2 Giugno 2019”