La Liturgia di Domenica 3 Febbraio 2019

Parrocchia di San Miniato alle Scotte – Chiesa del Corpus Domini

La Liturgia di Domenica 3 Febbraio 2019
IV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

 

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Verde

Commento
Perché gli uomini rifiutano il profeta che parla in nome di Dio? Perché avvertono in lui un personaggio “scomodo”, che li sveglia dal loro quieto vivere e condanna le vie sbagliate che percorrono, invitandoli a cambiare vita e a mettersi sulla strada indicata dal vangelo e dal modello di Cristo.
A Nazaret rifiutano Gesù, perché chiedeva un cambiamento radicale di vita, di abitudini, di mentalità. Allora trovano tanti pretesti per sfuggire all’ammonimento del profeta.
Il mondo ha bisogno di profeti del vangelo. Oggi più di ieri. Anch’io sono invitato a essere profeta, cioè a testimoniare il vangelo con la vita e la parola, in tutte le situazioni di ogni giorno: famiglia, lavoro, scuola, letture, conversazioni, impegno di carità, attenzione all’uomo, ecc. Debbo chiedermi: chissà se la gente che mi avvicina riceve da me uno stimolo al bene?
Ma prima ancora mi pongo questa domanda: come accolgo Gesù, che ogni giorno m’invita alla conversione? I miei criteri di giudizio, di scelta, non entrano in crisi quando leggo il Vangelo? È una verifica che dovrei fare con serietà, nella preghiera. Altrimenti, a cosa serve dirsi cristiano, se poi rifiuto tante volte ogni giorno l’invito di Gesù alla conversione?
Continua a leggere La Liturgia di Domenica 3 Febbraio 2019

I volontari di Bamako tornano in Italia

Ultimo giorno di operazioni, prima dei preparativi al rientro.

Questa mattina, lo staf medico ed il presidente dell’Associazione  “…a riveder le stelle…-Olus per l’Africa” dopo una lunghissima giornata di lavoro, i saluti ed i ringraziamenti ai medici ed infermieri “dell’Hòpital Mali Gavardod, Bamako – Koulikoro”, ove dal nulla hanno creato un ambulatorio oculistico ed addestrato personale locale, tornano in Italia.
Il giorno 18 Gennaio, mentre li accompagnavamo all’aereoporto di Fiumicino, noi autisti, “operai di supporto, rispettosi ed onorati”, abbiamo vissuto la loro gioia, i loro racconti le precedenti esperienze, anche drammatiche per le particolari condizioni ambientali, raccontate con la semplicità di un bambino felice.
Pur sapendo di essere solo una goccia nel mare dell’Africa, la convinzione che ne vale sempre la pena e nonostante la stanchezza, il loro personale arricchimento di qualcosa non quantificabile ed acquisito in profondità, sarà di sprone per noi tutti, che più o meno consapevoli e grazie alle esperienze di Ivo, sua moglie ed alla perenne “missione” di Don Sergio, abbiamo dato supporto alla Onlus.
Un ringraziamento particolare a Don Jean Joseph Fane, che a Bamako ha organizzato il trasporto delle apparecchiature all’Ospedale ed il soggiorno dei volontari. “UN ABBRACCIO CON ARRIVEDERCI PRESTO” Continua a leggere I volontari di Bamako tornano in Italia

La Liturgia di Domenica 29 Gennaio 2019

La Liturgia di Domenica 27 Gennaio 2019
======================================================
    III DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)
======================================================

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Verde

Commento
La liturgia è intelligente. Al resoconto del discorso di Gesù alla gente del suo paese di Nazaret, antepone il prologo del Vangelo.
L’evangelista Luca intende essere uno storico perché vuole che i cristiani si rendano conto “della solidità degli insegnamenti” ricevuti e siano convinti dell’importanza decisiva per la storia di tutti gli uomini della vita di Gesù. Per questo soltanto lui pone all’inizio della narrazione del ministero pubblico di Gesù un discorso programmatico che precisi subito lo scopo che Gesù si prefigge.
È il “manifesto” di Gesù. Eccolo: egli opera con la potenza di Dio, difatti lo Spirito è su di lui.
La sua non sarà un’opera umana, meno che mai politica, ma la rivelazione del progetto di Dio. La sua missione è quella di accogliere misericordiosamente tutti gli uomini per liberarli. È il compimento della profezia di Isaia che Gesù si appropria.
A Nazaret, quel sabato, Gesù annunciò il tempo nuovo che non avrebbe più avuto per protagonista l’uomo, ma “Dio fatto uomo”.
La gente della sinagoga una cosa udì allora con chiarezza: l’inizio di “un anno della grazia del Signore”.
In sostanza il Vangelo dice: non sono gli ordinamenti umani a salvare l’umanità, sarà lo Spirito del Signore. In questa affermazione c’è, se si vuole, tanto pessimismo, purtroppo fin troppo documentato dalla storia; ma c’è anche, e più grande, tanta speranza, perché ci assicura che lo Spirito è su Gesù e, perciò, su tutti quelli che fanno comunione con Gesù.
E questo riguarda l’oggi: “Oggi si è adempiuta questa Scrittura che voi ascoltate”. L’oggi storico di Gesù diventa, per la forza dello Spirito, l’oggi liturgico della Chiesa, il nostro di ogni Messa.
La predica di Nazaret diventa oggi storia nostra. Se ascoltiamo!
Continua a leggere La Liturgia di Domenica 29 Gennaio 2019

In Africa con “… a riveder le stelle…”

Dopo due anni di preparazione, impegno dei parrocchiani e di tutti gli amici di Don Sergio, é con grande emozione e partecipazione che ieri sera abbiamo ricevuto le foto della prima operazione di cataratta a Bamako. I nostri erano tutti in sala operatoria ad assistere Gianluca e Patrizia nel loro preziosissimo intervento, con l’aiuto pronto delle due infermiere Maria e Chimena, la tuttofare Federica e tramite Don Sergio la presenza straordinaria di “una sorgente inesauribile di doni”.

2019 tutto ,il gruppo
Il fantastico gruppo dei volontari “Chimena, Federica, Maria, Gianluca, Don Sergio, Patrizia.

Continua a leggere In Africa con “… a riveder le stelle…”

Nei giorni 19 e 20 Gennaio – Liturgia della parola

Siena, li 17 Gennaio 2019

Conseguente alla missione che Don Sergio, con personale medico si appresta ad intraprendere presso l’Hòpital Mali Gavardod, Bamako – Koulikoro, nei sottoindicati giorni festivi e prefestivi, i fedeli potranno partecipare alla Liturgia della parola, ma non sarà celebrata la Messa.

Sabato 19 Gennaio         alle ore 18,30                Liturgia della parola

Domenica 20 Gennaio    alle ore 11,15               Liturgia della parola

Tutti i pomeriggi alle ore 17,30 sarà recitata la preghiera del Rosario
Le celebrazioni Liturgiche riprenderanno da Sabato 26 Gennaio alle ore 18,30.

La Liturgia della parola, nei giorni di Sabato 19 e Domenica 20, sarà accompagnata dall’organo (Sabato 19) e dal Coro (Domenica 20).

IL PARROCO

Don Sergio Volpi

 

Liturgia della Domenica 20 Gennaio 2019 (Nelle celebrazioni sarà letta solo la liturgia della parola) – Don Sergio in Africa

La Liturgia della parola – Domenica 20 Gennaio 2019

Parrocchia del Corpus Domini in San Miniato alle Scotte

 =====================================================

II DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

======================================================

Grado della Celebrazione: DOMENICA

Colore liturgico: Verde

Commento

Non è venuta la mia ora, dice Gesù alla Madre che, a tutta prima, sembra essere stata importuna dicendo: “Non hanno più vino”.

Cos’è l’“ora”?

Per Giovanni è il momento cruciale, del Calvario anzitutto; la cruna dell’ago attraverso cui deve passare per essere rivoltata tutta quanta la storia, di tutti gli uomini e di tutti i tempi; ma l’ora è anche il tempo della missione pubblica che la prepara: quello è il tempo dei segni, dei miracoli!

Anche Gesù obbedisce ad un tempo che non è il suo, che il Padre gli ha assegnato, di cui egli non è più in un certo senso padrone perché, pur essendo Dio, ha lasciato la sua forma divina presso il Padre e non vuole disporne come uomo.

L’umanissimo miracolo di Cana è un miracolo della fede di Maria. Come sarà per la cananea, come avverrà per il centurione, la fede di Maria ottiene dal Padre che Gesù anticipi l’ora. E si vede allora la forza della “donna” che apre qui al banchetto di Cana e chiude sotto la croce gli estremi dell’“ora”.

La forza della fede brilla pure nella gioia del maestro di tavola mentre gusta il buon vino: la compagnia di Dio all’uomo è umanissima ed integrale. “Non di solo pane”, dirà Gesù, ma intanto fornisce ai commensali, che allietano gli sposi, dell’ottimo vino.

Continua a leggere Liturgia della Domenica 20 Gennaio 2019 (Nelle celebrazioni sarà letta solo la liturgia della parola) – Don Sergio in Africa

Don Sergio in Africa dal 18 al 26 Gennaio a Bamako

Il 18 Gennaio, dopo avere inviato, con due spedizioni aeree, tutte le apparecchiature medicali, don Sergio, Gianluca Martone sua moglie Patrizia, le due infermiere Maria e Chimena e la nostra Federica Olla, partono da Fiumicino per Bamako, in Mali.

La partenza é prevista alle ore 11,45 e dopo una sosta a Tunisi, l’arrivo dei nostri, delle 12 valigie e bagagli vari é prevista alle ore 23,45 dello stesso venerdì

Quì, presso “l’Hòpital Mali Gavardod, Bamako – Koulikoro”, allestiranno un nuovo ambulatorio oculistico e dopo due giorni necessari per la preparazione organizzativa, inizieranno le visite e le operazioni di cataratte.

Un augurio dei parrocchiani affinché tutto proceda al meglio e per questo gli dedichiamo una poesia pubblicata per questo da Maria Rosa Tabellini Partini.

E il cieco gli rispose: «Rabbunì, che io veda di nuovo!» (Mc 10, 51)

Continua a leggere Don Sergio in Africa dal 18 al 26 Gennaio a Bamako

La Liturgia di Domenica 13 Gennaio 2019

 

La Liturgia di Domenica 13 Gennaio 2019

Parrocchia del Corpus Domini in San Miniato

======================================================
BATTESIMO DEL SIGNORE (ANNO C)
======================================================

Grado della Celebrazione: FESTA
Colore liturgico: Bianco

Commento
Lo Spirito Santo giunge ad attestare in modo solenne la divinità di Gesù nel momento in cui ha compiuto, come un uomo qualsiasi, il gesto penitenziale, essendosi sottoposto al battesimo di Giovanni. Durante la sua vita terrena, Gesù non si mostrerà mai tanto grande come nell’umiltà dei gesti e delle parole. Importante lezione questa, per noi che vediamo le cose in modo tanto diverso. Seguire Cristo significa intraprendere questo cammino di umiltà, cioè di verità. Cristo, vero Dio e vero uomo, ci insegna la verità del nostro essere.
Feriti dal peccato, purificati dal battesimo, noi oscilliamo fra i due estremi, entrambi attraenti, del male e della santità. E questo si vive nella quotidianeità più umile. Ad ogni passo possiamo scegliere Dio e il suo amore, o, viceversa, rifiutarlo.
Seguire le orme di Gesù, significa assicurarsi un cammino che, nonostante sia stretto e sassoso, conduce alla vita eterna, alla vera beatitudine.
Continua a leggere La Liturgia di Domenica 13 Gennaio 2019

Buona Epifania a Don Sergio

Commento da Maria Rosa Tabellini Partini

L’Epifania di Clemente Rèbora, poeta e sacerdote

6 gennaio 1931
Nato in Gesù da Maria nel 1929 – ho celebrato oggi la vera Epifania del Signore, giorno in cui io venni a questo mondo. Benedico in Dio benedetto i miei genitori che mi permisero, schiudendomi alla esistenza, di aprire infine nella Vita gli occhi alla Fede, la quale prego sia loro pure data, e a tutti. Questa mattina, dopo aver servito la S. Messa, sono uscito, verso le 6.30, al monte in vista del lago, ch’era nell’incanto medesimo in cui i pastori, e poi i Magi, videro e adorarono accanto a Maria Gesù. C’era l’immissione delle chiarezze celesti nel paesaggio – e la stella rifulgeva proprio dal Paradiso. Santo Santo Santo. Deo Gratias.
(Clemente Rèbora) Continua a leggere Buona Epifania a Don Sergio

Liturgia domenica 6 Gennaio – EPIFANIA DEL SIGNORE

La Liturgia di Domenica 6 Gennaio 2019

================================
EPIFANIA DEL SIGNORE
================================

Grado della Celebrazione: SOLENNITA’
Colore liturgico: Bianco

Commento
Una stella ha guidato i Magi fino a Betlemme perché là scoprissero “il re dei Giudei che è nato” e lo adorassero.
Matteo aggiunge nel suo Vangelo: “Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, e prostratisi lo adorarono”.
Il viaggio dall’Oriente, la ricerca, la stella apparsa ai Magi, la vista del Salvatore e la sua adorazione costituiscono le tappe che i popoli e gli individui dovevano percorrere nel loro andare incontro al Salvatore del mondo. La luce e il suo richiamo non sono cose passate, poiché ad esse si richiama la storia della fede di ognuno di noi.
Perché potessero provare la gioia del vedere Cristo, dell’adorarlo e dell’offrirgli i loro doni, i Magi sono passati per situazioni in cui hanno dovuto sempre chiedere, sempre seguire il segno inviato loro da Dio.
La fermezza, la costanza, soprattutto nella fede, è impossibile senza sacrifici, ma è proprio da qui che nasce la gioia indicibile della contemplazione di Dio che si rivela a noi, così come la gioia di dare o di darsi a Dio. “Al vedere la stella, essi provarono una grandissima gioia”.
Noi possiamo vedere la stella nella dottrina e nei sacramenti della Chiesa, nei segni dei tempi, nelle parole sagge e nei buoni consigli che, insieme, costituiscono la risposta alle nostre domande sulla salvezza e sul Salvatore.
Rallegriamoci, anche noi, per il fatto che Dio, vegliando sempre, nella sua misericordia, su chi cammina guidato da una stella ci rivela in tanti modi la vera luce, il Cristo, il Re Salvatore.

Continua a leggere Liturgia domenica 6 Gennaio – EPIFANIA DEL SIGNORE

“L’uomo del faro esce con la barca, scruta, perlustra, va verso l’aperto. Il tempo e il mare hanno di queste pause.”

Mariarosa Tabellini commento a  Riapre la Chiesa di San Miniato

Sulla riva

da “Onore del vero” di Mario Luzi

I pontili deserti scavalcano le ondate, anche il lupo di mare si fa cupo.

Che fai? Aggiungo olio alla lucerna, tengo desta la stanza in cui mi trovo

all’oscuro di te e dei tuoi cari.

La brigata dispersa si raccoglie, si conta dopo queste mareggiate.

Tu dove sei? Ti spero in qualche porto…

L’uomo del faro esce con la barca, scruta, perlustra, va verso l’aperto.

Il tempo e il mare hanno di queste pause.

(da M. Luzi, “Tutte le poesie”, Garzanti, Milano, 1988)

Ecco, per me don Sergio è colui che ci ha traghettati attraverso questo mare purgatoriale, aiutato dai tanti che tenevano accesa la lucerna della speranza. Il popolo di San Miniato si è raccolto: rimane qualche amarezza, e l’ansia, forse, per ciò che ancora dev’essere fatto, ma è la gioia a dominare. Qualcuno si è disperso (in tutti questi anni, qualcuno non c’è più, qualcun altro è andato lontano): anche a loro va il pensiero dell’«uomo del faro». Di certo Luzi non pensava a una situazione come quella che ha vissuto la nostra comunità parrocchiale, ma è prerogativa della poesia curvarsi all’interpretazione degli accadimenti, e dar loro un senso. È don Sergio il nostro «uomo del faro». Continua a leggere “L’uomo del faro esce con la barca, scruta, perlustra, va verso l’aperto. Il tempo e il mare hanno di queste pause.”

Liturgia Domenica 30 Dicembre – Santa Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe

Liturgia Domenica 30 Dicembre 2018

Parrocchia del Corpus Domini in S.Miniato alle Scotte

======================================================

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

======================================================

Grado della Celebrazione: FESTA

Colore liturgico: Bianco

Commento

L’inquietudine e l’incomprensione di Maria e di Giuseppe, nonostante la loro vicinanza a Gesù, nonostante che siano stati preparati da Dio al compito di accompagnare i primi passi della vita di Gesù, ci riportano a quello che è il nostro atteggiamento di fronte all’opera di Dio in noi e intorno a noi. Ogni essere è un mistero per quelli che lo circondano. La sofferenza che nasce da questa solitudine collettiva non trova pace se non nella fede.

Noi siamo vicini gli uni agli altri perché siamo tutti amati di un amore divino. L’amore che ci unisce, lungi dall’abolire il nostro essere diversi gli uni dagli altri, rafforza, anima e sviluppa quanto c’è di originale in noi. Ma solo una carità che venga da Dio può mettere nei nostri cuori una tale disposizione.

Maria e Giuseppe non hanno capito a fondo ciò che Gesù diceva o faceva. Ma hanno accettato, nella fede e per amore, di vederlo compiere la sua vita e adempiere alla sua missione, partecipandovi nell’oscurità della loro fede. Che lezione per noi! Quando non capiamo l’azione del nostro prossimo, perché supera le nostre capacità, dobbiamo saper amare senza capire: solo con un tale atteggiamento tutto diventa possibile.

Continua a leggere Liturgia Domenica 30 Dicembre – Santa Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe

La Notte di Natale Emozioni condivise con Antonella Franci Cortese

Sento il desiderio di esternare a tutti voi e primo fra tutti Don Sergio.
Il Natale di ieri è stato veramente una grande Festa densa di Spiritualita’ e di emozione.
Siamo stati sfollati e migranti per dieci anni e chi, come me è qui da quando il quartiere è nato, ancora da prima.
Una grande e fervente comunità dispersa.
Eppure nonostante le difficoltà Don Sergio non si è mai arreso e ha trasmesso fiducia e serenità.
Le attività della Parrocchia sono proseguite.
Sembrava davvero che il miracolo non avvenisse e invece abbiamo potuto festeggiare la Nascita di Gesù nella nostra Chiesa.
La chiesa era affollata il gregge in parte radunato.
Per me è stata un’emozione fortissima che ho percepito anche in tante persone, con gli occhi lucidi come i miei.
Tutto questo è stato possibile grazie all’abnegazione, alla costanza di Don Sergio ma anche al contributo di tante persone che dedicano lavoro e competenze.
Fondamentale il sito della Parrocchia che informa delle iniziative e attività.
Utilissimo il foglietto illustrativo che spiega la simbologia e l’identità degli artisti.
La chiesa è bellissima nella sua essenzialità, a noi il dovere di mantenerla nella sua forma artistica.
Qualcuno per tradizione la criticherà ma è segno dei nostri tempi e dobbiamo preservarla da aggiunte che la deturperebbero.
Ringrazio sentitamente le tante persone che per tanto tempo si sono dedicate con costanza a che finalmente tutto questo si realizzasse.
In primis Don Sergio ,quest’anno avrà un compleanno speciale.
Tanti auguri e ringraziamo il Signore.
                        Antonella Franci Cortese